19 novembre 2018

Crescere lontano da casa


I minori stranieri non accompagnati che regolarmente sbarcano sulle nostre coste, sono in costante crescita. Ad oggi ne sono stati registrati 18.000 di cui , per moltissimi di loro si sono perse le tracce.
L’Atlante di Save The Children coi consente di approfondire la conoscenza e la vastità del fenomeno che se non governato in modo efficace, corre io rischio di perdere per strada questi bambini e giovani adolescenti, a vantaggio della criminalità organizzata.

12 novembre 2018

Rapporto Unicef 2018

Come da consuetudine il rapporto Unicef sulle condizioni dell’Infanzia nel Mondo, è molto utile per capire se la vita dei bambini e bambine nel mondo migliora. 

E’ compito di tutti noi fare qualcosa per garantire un’infanzia e uno sviluppo umano almeno decente per i mlioni di bambini del mondo.
 
Il 2017 è stato devastante per i bambini. Oggi, un bambino su quattro nel mondo vive in un paese colpito da conflitti o disastri naturali. Quasi 50 milioni di bambini sono stati sradicati dalle loro case a causa di violenza, povertà o calamità. Eventi che rivelano una realtà allarmante: l’impatto della crisi umanitaria sui bambini ha raggiunto proporzioni catastrofiche. 

Nel 2017, i conflitti già in corso da anni – come nella Repubblica Democratica del Congo, Iraq, Nigeria, Sudan meridionale, Siria e Yemen, tra gli altri paesi – hanno continuato ad acuire la loro complessità e il loro impatto. Per i bambini colpiti da questi conflitti, la vita quotidiana è un incubo. L’anno scorso, non solo hanno affrontato la costante minaccia di violenza; molti sono stati sradicati dalle proprie case, patendo gli effetti della fame e di malattie mortali, così come della mancanza di servizi sanitari e idrico-igienici ormai collassati.

 Leggi il report

05 novembre 2018

Fermata la trasmissione HIV da madre a figlio


Zero. Questo è il numero di neonati da madri HIV-positive che, nel 2018, ha contratto il virus per trasmissione verticale, registrato presso il Centro di Salute di Machava. Un risultato eccellente che è stato ottenuto grazie un'azione congiunta di Cooperazione italiana, UNICEF e Comunità di Sant'Egidio per l’implementazione di un progetto orientato al rafforzamento dei servizi di prevenzione della trasmissione verticale (madre-figlio) dell’infezione HIV e al trattamento del virus in età pediatrica in Mozambico. Sedi dell’iniziativa, realizzata grazie a un contributo di 1,5 milioni di euro, sono i centri di cura DREAM della Comunità di Sant’Egidio nelle province di Maputo, Gaza e Sofala.

27 febbraio 2018

Diario mozambicano - 7



E' quasi terminato il pozzo che consentirà alla comunità di Pazimane (situata nel distretto di Marracuene in Mozambico) di avere finalmente acqua potabile. Questa località si è formata lo scorso anno e possiede circa 480 abitanti, tutti provenienti dal vicino distretto di Magude, dove la siccità ha distrutto i raccolti. 

14 dicembre 2017

Diario mozambicano - 6


Stiamo continuando le distribuzioni di alimenti alle nostre comunità che risentono ancora gli effetti della mancanza di piogge: mais (che rappresenta la base dell'alimentazione locale), riso e olio. Non mancano biscotti e succhi di frutta per i più piccoli. 
Facciamo in modo che le famiglie inserite nel nostro progetto abbiano cibo sufficiente per passare le festività natalizie. 

Nelle immagini: alcuni momenti delle distribuzioni e un momento di riposo: non è agevole lavorare con temperature che superano spesso i 30°. 
A presto e... avanti tutta!