18 febbraio 2007

Censimento sui portatori di handicap

Un censimento a livello nazionale sulle condizioni dei portatori di deficienze inizierà in ottobre dell’anno corrente con l’obiettivo di conoscere il loro esatto numero, la localizzazione e le loro condizioni economiche in modo da migliorare le loro condizioni di vita.
Il censimento sarà condotta dall’Associazione Mozambicana Portatori di Deficienza (FAMOD) con la collaborazione di istituzioni nazionali e straniere, l’Istituto Nazionale di Statistica e l’università Eduardo Mondane. Manuel Lazaro, presidente del FAMOD, ha presentato in occasione di una conferenza stampa, il questionario che verrà utilizzato per il censimento le cui domande vertono circa la vita quotidiana, il tipo di deficienza, le limitazioni conseguenti ed i mezzi di sussistenza.
Vogliamo conoscere il numero dei portatori di deficienza, come essi vivono e di cosa necessitano” ha affermato, dichiarando che, ad oggi, l’unica stima è il dato dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che calcola in circa il 10% i portatori di deficienza nei paesi in via di sviluppo. Vi sono molti preconcetti circa le deficienze fisiche. In alcune famiglie la nascita di un bambino con anomalie viene intesa come una stregoneria. I portatori di deficienze fisiche sono isolati ed hanno serie difficoltà nell’accesso al mercato del lavoro.