01 marzo 2007

Crisi alimentare nella provincia di Maputo

Le aree coltivate andate perdute a causa della siccità nella provincia di Maputo causeranno, nei prossimi mesi, gravi difficoltà alimentari per circa 38.000 persone” ha affermato la Direttrice Provinciale dell’Agricoltura per la Provincia di Maputo, Setina Titosse, aggiungendo che “La situazione non appare visibile perché gli sforzi del governo sono attualmente rivolti alle vittime delle inondazioni che si sono verificate nelle regioni centrali. Tuttavia vi sono stati danni considerevoli anche nella provincia di Maputo dove, a causa della siccità, sono andati perduti 64.407 ettari facenti parte di un’area di 105.338 appartenenti alla nostra Provincia”. Setina Titosse ha lanciato un appello al governo e alle Ong per “prestare attenzione anche alla Provincia di Maputo dove le riserve alimentari sono sufficienti solo per tre mesi”. La Direzione Provinciale dell’Agricoltura ha segnalato le zone più a rischio: il distretto di Magude, dove sono andati perduti 13.380 ettari su un totale di 17.720 coltivati; il distretto di Moamba, dove su 4.290 ettari coltivati se ne sono persi 3.705 e il distretto di Matutuine dove sono andati persi 7.440 ettari su un totale di 11.760 coltivati. Per mitigare questa situazione, la Direzione Provinciale dell’Agricoltura ha iniziato delle attività per intensificare la produzione agricola nelle località irrigabili per ridurre le conseguenze della siccità. “Stiamo inoltre intensificando la produzione di culture resistenti alla siccità come la manioca, la patata dolce ed il sorgo. Prevediamo anche di incentivare l’allevamento di animali di piccola specie oltre a produrre fieno per incentivare l’allevamento di buoi”.