29 marzo 2007

Necessari 500 milioni di dollari per superare la crisi energetica

Il Mozambico necessita di 500 milioni di dollari da investire per superare la crisi energetica nella quale si dibatte, ha affermato il ministro Salvator Namburete in occasione del Forum dei Ministri Africani per l’Energia che si sta svolgendo in questi giorni a Maputo. Attualmente è previsto il potenziamento delle centrali elettriche di Mpanda Mkua, Lurio, Massingir, una centrale a gas naturale ad Inhambane e la costruzione delle relative linee di trasporto che consentiranno di collegare tra di loro le tre reti (nord, centro e sud) attualmente esistenti. Il ministro ha inoltre affermato che il Mozambico possiede altre fonti energetiche, come la centrale di carbone a Moatize di cui è in corso lo studio di fattibilità. “Il nostro potenziale energetico è molto grande e può raggiungere i 12.500 Mw solo per l’energia idroelettrica, sufficiente a soddisfare le esigenze della popolazione ed il sistema industriale” ha riferito il Ministro.
Il Forum ha l’obiettivo di armonizzare le posizioni circa il cammino da percorrere per risolvere la crisi energetica in cui si dibatte oggi il continente africano. Al termine, verrà prodotta la “Dichiarazione di Maputo” che sarà approvata dai 25 ministri africani presenti. La Dichiarazione conterraà messaggi rivolti alle organizzazioni e ai finanziatori internazionali circa le risorse di cui ha bisogno l’Africa per il proprio sviluppo.