25 aprile 2007

La malaria ha ucciso 5.000 persone nel 2005

Quasi 5.000 mozambicani sono deceduti nel 2005 vittime della malaria contro i 4.210 decessi registrati nel 2004, con un aumento di oltre il 15%.La malaria colpisce circa 6,3 milioni di mozambicani e causa il 60% dei ricoveri in centri sanitari ed ospedali. In particolare, per la fascia d’età da 2 a 9 anni, l’incidenza dei ricoveri è del 70%. Nel 2000 il governo mozambicano ha sottoscritto, assieme ad altri 44 paesi africani riuniti ad Abdjian, una normativa circa la riduzione della malaria con la quale i Capi di Stato dei paesi firmatari avrebbero dovuto promuovere azioni per rafforzare i sistemi sanitari e ridurre l’incidenza della malaria entro il 2010. Alcune di queste azioni prevedono il rapido accesso ad appropriate terapie a basso costo, oltre alla distribuzione di reti zanzariere ed inseticidi, in particolare per le donne in stato interessante e per i bambini di età inferiore ai 5 anni. Tuttavia i casi di malaria in Mozambico continuano ad aumentare e provocano il 30% del totale dei decessi. A causa della scarsa incidenza delle azioni per combattere la malaria, è stato reintrodotto il DDT, bandito negli anni Ottanta, e l’utilizzo di un prodotto ottenuto da una pianta, l’artemisina. La malaria è endemica in tutto il paese e lungo tutto il corso dell’anno ma raggiunge i livelli più elevati nell’epoca delle piogge, da Dicembre ad Aprile.