14 aprile 2007

Terminati gli interventi d’emergenza, inizia la fase di ricostruzione

L'Istituto Nazionale per la Gestione delle Calamità ha annunciato ieri a Maputo che è stata dichiarata la conclusione della fase di intevrento d’emergenza a favore delle famiglie rimaste vittime delle inondazioni dello Zambezi, del ciclone Favio e dell’esplosione del deposito di munizioni di Mhalazine. In una conferenza stampa il direttore dell’INGC ha sottolineato che delle 164 mila persone che si trovavano nei centri di accoglimento, 57 mila persone sono già state sistemate mentre le rimanenti rimarranno nelle località in cui si trovano attualmente, le quali verranno trasformate gradualmente, e a cura dei Governi Provinciali, per una permanenza definitiva. Nel frattempo vengono distribuiti alimenti e materiale da costruzione per realizzare la propria abitazione. Da Giugno l’assistenza alimentare verrà distribuita a fronte della partecipazione ad attività quali l’apertura di strade e la realizzazione di infrastrutture. La ricostruzione per la popolazione colpita dal ciclone Favio è già iniziata ed è già stato distribuito materiale da costruzione. Anche per coloro che hanno ricevuto danni dall’esplosione di Malahazine è prevista la ricostruzione delle abitazioni. Sino ad oggi sono state censite circa 1.300 abitazioni, delle quali il 10% totalmente distrutte.