01 maggio 2007

1° Maggio: i Sindacati chiedono l'aumento del salario minimo

L’ OTM (Organização de Trabalhadores Moçambicanos), la Federazione sindacale che riunisce 16 Sindacati nazionali e rappresenta 355 mila lavoratori, chiede che il salario minimo di 40 euro venga rivisto a causa dell’elevato aumento dei prezzi. “Attualmente l’attuale salario minimo copre solo il 50% delle necessità basiche delle famiglie e non è adeguato alla crescita economica del Paese” ha affermato un portavoce dell’OTM. “Stiamo lottando per un salario che consenta dignità per i lavoratori perchè essi sono il motore dello sviluppo economico”. Attualmente sono in corso i negoziati tra le organizzazioni sindacali e le imprese nella Commissione Consultiva del Lavoro per definire l’aumento del salario minimo, il quale è di circa 40 euro (1.443 meticais) per il settore dell’Industria e Servizi e di circa 29 euro (1.023 meticais) per il settore Agricolo. Amos Matsinhe, segretario dell’OMT lamenta che la commemorazione del 1° Maggio sia avvenuta senza nessun accordo sull’aumento del salario minimo ed ha manifestato preoccupazione circa le modifiche previste nella Legge del Lavoro, le quali “prevedono una riduzione degli indennizzi riconosciuti ai lavoratori licenziati e facilitano le imprese per stipulare contratti a tempo”. In occasione del 1° Maggio si è svolta, nella capitale, una manifestazione di solidarietà con le vittime delle calamità naturali che hanno colpito il paese negli ultimi mesi.