04 giugno 2007

La diga di Massingir irrigherà 90 mila ettari di terreno

Con la conclusione dei lavori di riabilitazione della diga di Massingir, iniziati nel 2005, sono state create le condizioni per irrigare 90 mila ettari di terreno coltivabile lungo la valle del Limpopo. I lavori sono costati 60 milioni di dollari, imprestati dal Banco Africano per lo Sviluppo (BAD). La necessità degli interventi di riabilitazione è sorta a seguito dei gravi problemi di infiltrazione verificatisi già durante il primo riempimento nel 1977 e che hanno costretto a ridurre la capacità della diga del 60%. Con questo intervento si avrà un bacino idrico sufficiente per alimentare cinque epoche agricole consecutive. L’acqua disponibile in questo momento, 900 milioni di metri cubi, è sufficiente per garantire l’attuale campagna agricola. La diga è stata visitata dal Presidente Emilio Guebuza in occasione dell’itinerario che sta percorrendo nella provincia di Gaza, dove sono inoltre iniziate le attività per trasferire coloro che vivono nella zona del parco Nazionale del Limpopo, alcuni dei quali non hanno mancato di contestare il trasferimento.