03 ottobre 2016

Il dialogo possibile

Da nord a sud, il Programma Fuoriclasse contrasta la dispersione scolastica promuovendo l’inclusione, con un’attenzione particolare ai minori di origine straniera e alle loro famiglie. 
In occasione della giornata del dialogo interculturale, pubblichiamo la testimonianza della nostra educatrice Paola Emeriglio, che ha accompagnato alcuni studenti neo-arrivati nell’ apprendimento della lingua italiana. Dieci paia di occhi e alcuni sorrisi si sono incontrati per migliorare il loro italiano.
Cina, Nigeria, Congo, Filippine, Bolivia, Romania… siamo partiti dal luogo dell’origine, abbiamo imparato a chiamarci per nome e a sentire che i nomi hanno suoni diversi, a individuare nella provenienza il punto fermo, solido, profondo di una – pur giovanissima – esistenza: le radici, fondanti cultura, tradizione e linguaggio. Leggi.