15 ottobre 2019

Manca cibo per quasi un milione di persone



Secondo l’UNICEF, quasi 1 milione di persone, tra cui 160.000 bambini sotto i cinque anni, nel Nord del Mozambico devono far fronte a carenze alimentari e a una crisi nutrizionale, con condizioni che dovrebbero peggiorare nei prossimi mesi. Questa situazione è la diretta conseguenza della devastazione causata dai cicloni Idai e Kenneth, che hanno colpito il Mozambico centrale e settentrionale nei mesi di marzo e aprile di quest'anno. Le due tempeste hanno provocato inondazioni diffuse, la distruzione di quasi 780.000 ettari (7.800 kmq) di colture agricole e lo sfollamento di decine di migliaia di famiglie.


La devastazione ha aumentato l'insicurezza alimentare

Si è calcolato che, entro il prossimo febbraio, il numero di bambini al di sotto dei cinque anni che affrontano livelli critici di insicurezza alimentare, dovrebbe salire a circa 200.000, nelle zone colpite dalla tempesta. Nello stesso periodo, circa 38.000 bambini potrebbero diventare gravemente malnutriti e a rischio di morte. "La devastazione agricola causata dai due cicloni ha peggiorato ulteriormente quelli che erano già alti livelli di malnutrizione infantile", ha detto il rappresentante dell' UNICEF in Mozambico. "Molti bambini nelle zone colpite dal disastro non hanno accesso a cibo nutriente di cui hanno bisogno per il loro sano sviluppo". A distanza di sei mesi dai due cicloni, la prospettiva di ulteriori sofferenze è molto reale, mentre ci avviciniamo alla stagione secca. Sono urgentemente necessarie maggiori risorse per sostenere gli sforzi umanitari in corso".






Le patologie che insorgono per malnutrizione

Prima dei cicloni, il 43% dei bambini del Mozambico era cronicamente malnutrito o con ritardi nella crescita. Molti bambini devono affrontare condizioni che arrestano il normale sviluppo fisico e cognitivo. La malnutrizione espone i bambini anche al rischio di contrarre infezioni causate da batteri, virus o funghi che s'insediano in sistemi immunitari compromessi. Alcune cause di immunodeficienza o di immunosoppressione possono essere: malnutrizione. infezioni ricorrenti. Molti bambini malnutriti saranno resi più vulnerabili a causa dello scarso accesso ai servizi sanitari causato dal deterioramento delle strade nelle zone rurali durante la prossima stagione delle piogge.






Famiglie costrette a cibarsi di piante selvatiche 


Dallo scorso aprile, le persone che hanno urgente bisogno di aiuti alimentari per poter sopravvivere in Mozambico (il paese più colpito dai due cicloni Idai e Kenneth che si sono susseguiti ad aprile) è aumentato di oltre un quarto, passando da 1,6 milioni a 2 milioni. Un peggioramento dovuto in buona parte ancora una volta all’impatto del cambiamento climatico, che si è tradotto in una gravissima siccità nel sud del Paese.